Green economy - Italia batte Germania in maniera inconsapevole

La partita Italia-Germania si gioca anche sulle politiche ambientali e il terreno della sfida è il rapporto Ambiente in Europa 2014. Il dossier annuale di Legambiente, curato da Duccio Bianchi e Roberto della Seta e presentato ieri a Roma nel palazzo della Fnsi, confronta i due paesi sotto il profilo dell’evoluzione “ambientalista”. I due curatori hanno diviso il lavoro in due parti: la prima, cui ha lavorato Della Seta, approfondisce le ragioni storiche e culturali che hanno portato alla sostanziale scomparsa dei Verdi dalla scena politica italiana. La seconda parte del volume, vidimata da Bianchi, analizza invece la crescita della green economy italiana, che sta avvenendo nonostante l’indifferenza della politica.
Per dare una prospettiva europea ai numeri, viene fatto il parallelo con il sistema economico tedesco. Se il luogo comune vorrebbe l’Italia nettamente sconfitta, il rapporto mostra che così non è. Superiamo la Germania per efficienza nell’uso di energia e risorse, possiamo vantare un forte aumento delle rinnovabili dal 2005 ad oggi e ci difendiamo bene anche sull’efficienza energetica. Le emissioni inquinanti sono minori rispetto alla Germania, mentre crescono le vendite di biciclette. Il Belpaese, insomma, è vivo e compete con i migliori d’Europa, ma lo frenano ancora troppe debolezze: dal tasso di occupazione tra i più bassi nel vecchio continente alla mobilità privata (preferita a quella pubblica), dai troppi rifiuti che ancora finiscono in discarica al consumo di suolo che divampa di anno in anno. Le colpe della classe dirigente sono imperdonabili, sostiene il rapporto, che attribuisce tutti i meriti dei successi ottenuti a dinamiche indipendenti dalle politiche pubbliche. In questa chiave, Roberto Della Seta parla di «importanti risultati raggiunti in maniera inconsapevole. È mancata una precisa scelta strategica e lungimiranti politiche ambientali: gli obiettivi che abbiamo raggiunto derivano dalla capacità di massimizzare l’impiego delle risorse e dall’adozione di stili di vita più sostenibili nel periodo della crisi».
Via Nazionale, 168 Torre del Greco (NA)
Tel./Fax 081 8475406
info@alimpianti.it
P. IVA 04064471214
credits aseo.it